il caldaro

Viaggio tra gli antichi sapori della tradizione contadina.

Enogastronomia in Maremma

Viaggio tra gli antichi sapori della tradizione contadina

Malgrado una nota canzone popolare parli di Maremma amara, il nostro territorio è da sempre rinomato per la ricchezza e varietà di prodotti eno-gastronomici strettamente legati alla tradizione. Considerando che la Maremma è stata riconosciuta come primo distretto rurale d’Europa per la sua vastità e che la sua area va dal mare alla montagna, potete comprendere quante e quali siano le opportunità che si offrono al turista amante della buona tavola.

Iniziamo il nostro percorso proprio dalla costa dell’Argentario e con i suoi prodotti provenienti direttamente dal mare: il pesce è al centro dell’attenzione, sia servito a crudo sia cucinato semplicemente alla griglia o al forno o base per gustosissimi primi piatti . Nota speciale per il “Cardaro” di Porto Santo Stefano, saporita zuppa di pane con numerose varietà di pesce e crostacei, da considerarsi piatto unico. Tipica di questa area anche la produzione di uno dei vini maremmani più conosciuti, l’”Ansonica”, bianco dall’odore leggermente fruttato e dal sapore morbido e vivace.

Addentrandoci nell’interno i sapori sono quelli di una cucina ancora oggi estremamente radicata alle origini antiche, a base di ingredienti semplici e genuini e dei prodotti della terra, coltivata sapientemente da mani esperte. Il nostro consiglio è quello di affrontare questo viaggio alla ricerca del gusto visitando i ristoranti tipici, le osterie e trattorie d’altri tempi in un ambiente rustico ed informale. bruschetta-con-olio-extravergine-biologicoNon dimenticando di soffermarsi nelle aziende agricole e vitivinicole nel cuore della campagna per degustazioni di vino e olio (una bruschetta con olio maremmano accompagnata da un calice di buon rosso è di una goduria immensa!!).

Lasciatevi sedurre dalle zuppe di verdure, dai famosissimi tortelli maremmani di ricotta e spinaci al ragù, dal cinghiale alla cacciatora, dalle grigliate di carne bovina e della cacciagione locale. E ancora i formaggi di pecora, i salumi e gli insaccati, per finire con i dolci tipici della tradizione contadina.

 Per un vero tuffo nei sapori del passato non perdetevi l’Acquacotta maremmana, nata come zuppa povera dei mandriani e dei carbonai, a base di verdure e con l’aggiunta di uova e pecorino toscano. Una vera prelibatezza!

Alla fine il vostro sarà stato un itinerario coinvolgente non solo dal punto visivo ma per tutti i sensi.

Una giornata così densa di sensazioni ed esperienze potrete terminarla in bellezza all’Hotel La Caletta, magari cenando sulla splendida terrazza panoramica, dove lo chef Riccardo saprà deliziarvi con le sue originali creazioni a base di pesce, pur rispettando la tradizione e genuinità della cucina locale.

 

Per maggiori informazioni visita il nostro sito o

contattaci al 0564.812939