Offerta Capodanno 2016

Perla della Maremma: Isola del Giglio.

Isola-del-Giglio-638x4251 isolotto granitico di appena 21 km, un territorio all’80% inabitato, un’unica strada che unisce tre piccoli borghi e tantissima quiete. Questa è l’isola del Giglio.
Ma prima di pensare “che noia” o “non ci sarà niente da fare” prendete in mano una cartina dell’isola e vi renderete conto di quanti sentieri si intrecciano tra la macchia mediterranea, a borgate, calette selvagge e punti panorami strepitosi.

Isola-del-Giglio-estate-378rL’isola del Giglio è famosa sia per la sua natura selvaggia, sia per la bellezza dei tre paesi che custodisce; Giglio Porto con le caratteristiche e colorate casa dei pescatori, Giglio Castello, roccaforte medioevale cinta da possenti mura, ed il Campese, dalle acque cristalline e sabbia dorata.

Da Giglio Porto partono numerose imbarcazioni che fanno il servizio taxi – boat, per portare i turisti nelle diverse spiagge e calette raggiungibili solo dal mare, inoltre vengono organizzate mini crociere per circumnavigare l’isola o per raggiungere l’Isola di Giannutri.

CastelloGiglio Castello, come si può intuire è l’antico centro storico, appollaiato sulla collina, a 405 metri sul livello del mare.Si entra attraverso un’antica porta attraverso la quale si entra nel classico centro storico “alla toscana”, in cui il tempo sembra essersi fermato. Vicoli, archi, scalinate in pietra, scorci fantastici… e su tutto la Rocca Aldobrandesca, un insieme che fa di Giglio Castello uno dei borghi medievali meglio conservati d’Italia. Prima di andare via dal borgo, non dimenticatevi di gustare l’Ansonico, un ottimo vino ambrato tipico della zona.

caMPESEE se volete rilassarvi dopo la gita alla Rocca, niente meglio di Giglio Campese, località balneare situata su una bella spiaggia dorata, attrezzata con tutto ciò che vi serve per una giornata al mare. Come il resto dell’isola, anche questa baia è bagnata da acqua cristallina, che permette di vedere il fondale, anche in profondità. A rendere più particolare questa zona si può vedere da un lato un faraglione che si erge dall’acqua, dall’altro la Torre medicea costruita per avvistare i pirati saraceni e che oggi veglia sui bagnanti che si rilassano al sole.

Le spiagge più grandi e attrezzate sono: Campese, Cannelle, Arenella e Caldane. Sono tutte raggiungibili in auto tranne Caldane, che si raggiunge via mare o a piedi tramite una passeggiata di circa un chilometro.

Spiaggia_rosa_di_BudelliMa la vera ricchezza sta in tutte le altre, più piccole, riparate e incredibilmente suggestive, che si raggiungono dal mare o tramite la rete di sentieri che attraversa il territorio dell’Isola del Giglio, e che per qualche minuto possono farti sentire come se tu fossi il padrone dell’isola.

 

Vuoi scoprire i segreti meno turistici per andare alla scoperta di questa isola meravigliosa?

Contattaci al  0564.812939

o clicca qui per maggiori informazioni