Maremma archeologica

Maremma archeologica

Maremma archeologica

Per tutto il mese di Luglio in programma
“Le notti dell’archeologia”

Il 2015 è stato proclamato anno dell’archeologia in Toscana, un modo per valorizzare ancor di più l’immenso patrimonio culturale di questa regione. Anche la Maremma archeologica è protagonista per tutto il mese di Luglio con le “Notti dell’Archeologia”, una serie di eventi che coinvolge siti e musei di tutta la provincia di Grosseto.

« Non han sì aspri sterpi né sì folti
quelle fiere selvagge che ‘n odio hanno
tra Cecina e Corneto i luoghi cólti. »

Così Dante descriveva la Maremma nel Canto XIII dell’Inferno; in effetti questa è un’area ricca di storia Maremma archeologicae conosciuta sin da tempi remoti: ha visto il passaggio delle più antiche civiltà, da quella preistorica, Etrusca, Romana fino alla presenza delle grandi casate in epoca medievale, come quella degli Aldobrandeschi. Ha dato i natali a uno dei più importanti papi , Gregorio VII (proveniente da Sovana, borgo dell’entroterra nei pressi di Pitigliano), e subito un’imponente opera di bonifica avviata con il regime fascista e conclusa negli anni ’50 dall’Ente Maremma.
La Maremma archeologica è quindi ricca di testimonianze storiche lasciate nel corso dei secoli dalle varie dominazioni, che sono state riportate alla luce da studiosi provenienti da ogni parte del mondo: e molte altre sono ancora nascoste, dando a questo territorio quell’alone di mistero che lo rendono ancor più intrigante.Maremma archeologicaLe Notti dell’Archeologia sono un evento che mira a far conoscere quest’immenso tesoro culturale attraverso un programma di visite guidate ai musei e i siti di interesse storico di Maremma, spettacoli e manifestazioni che si terranno anche in notturna per accrescere il fascino di questi luoghi. Tutti gli eventi saranno completamente gratuiti e, come detto, accessibili anche nelle ore serali, per evitare i momenti della giornata con le temperature più calde.Maremma archeologicaNell’area dell’Argentario sarà accessibile gratuitamente il museo della Fortezza Spagnola di Porto Santo Stefano i giorni 4 e 24 Luglio 2015, dalle 18.30 alle 23.30. Si potrà visitare la mostra permanente “Memorie Sommerse” con i reperti ritrovati negli abissi del mare vicino al promontorio e le Isole dell’arcipelago Toscano, materiale proveniente da imbarcazioni naufragate per la maggior parte in epoca romana, e la sezione dedicata a un intero relitto del VI sec. a.C. rinvenuto all’Isola del Giglio.Maremma archeologicaNella vicina Orbetello il protagonista sarà il locale Museo Archeologico, situato presso la Polveriera Guzman, splendido esempio di architettura militare costruito nel 1692 dagli Spagnoli al tempo dello Stato dei Presidi. Esso conserva, oltre a reperti che coprono un ampio arco cronologico (dall’eta Villanoviana a quella Romana), un raro esempio di frontone in terracotta risalente al 150 a.C., reperto di epoca Etrusco-Ellenistica venuto alla luce nei pressi di Talamone, che costituiva la parte superiore frontale dell’antico tempio etrusco di Talamonaccio.Maremma archeologicaIl museo di Orbetello sarà visitabile gratuitamente tutti i sabato e domenica dalle 18 alle 22. In più sono previsti eventi collaterali che coinvolgeranno direttamente i visitatori, soprattutto i più piccoli, come la simulazione di uno scavo archeologico, per il giorno 1° Luglio dalle ore 18, e quella di un restauro di un reperto, in programma il 8 Luglio sempre allo stesso orario.
Altro sito di notevole importanza della Maremma Archeologica è quello dell’Antica città di Cosa, situata nell’odierna Ansedonia, a pochi chilometri dall’Argentario. Qui si conservano i resti di una città fondata nel 273 a.C. nel momento di massimo splendore dell’Impero Romano e al tempo dell’entrata in guerra contro Cartagine (la sua posizione strategica permetteva infatti il controllo del territorio sia terrestre che via mare).Maremma archeologica Anche in quest’area si svolgeranno attività che vedranno per protagonisti i visitatori: il 14 Luglio, dalle 16.30 alle 19.30, tutti possono diventare archeologi, vivendo l’esperienza diretta di uno scavo e della scoperta e schedatura di reperti.
Per concludere, segnaliamo uno degli eventi più emozionanti e incantevoli delle notti dedicate alla Maremma Archeologica, anch’esso totalmente gratuito: il concerto dell’orchestra sinfonica città di Grosseto all’alba del 5 Luglio presso Ghiaccio Forte, bellissimo sito di epoca Etrusca nei pressi di Scansano, suggestivo connubio tra gli spettacoli di musica e natura. Maremma archeologica

L’Hotel La Caletta, nel centro di Porto Santo Stefano, è la base di partenza ideale per conoscere le bellezze della Maremma archeologica.

Per informazioni visita il nostro sito o contattaci al 0564.812939