treno_vapore

Quando il treno arrivava a Porto Santo Stefano

Curiosità dall’Argentario

Quando il treno arrivava a Porto Santo Stefano

Ebbene sì, fino a 70 anni fa si poteva arrivare nel capoluogo del promontorio con il treno.
l progetto della ferrovia dell’Argentario nacque nei primi del ‘900 quando la Società Nazionale Ferrovie e Tramvie (SNFT) chiese ed ottenne la concessione per la costruzione di una ferrovia tra Orbetello ed il porto di Santo Stefano.

L'arrivo del primo treno alla stazione di Porto Santo Stefano nel 1913

L’arrivo del primo treno alla stazione di Porto Santo Stefano nel 1913

Il 17 dicembre 1913 veniva inaugurata la linea. Il servizio era affidato ad un trenino a vapore che partiva da una stazioncina prefabbricata presso la stazione FS di Orbetello Scalo, posta sulla ferrovia Tirrenica delle Ferrovie dello Stato.

Essa procedeva poi lungo la laguna di Ponente, attraversava Orbetello Città, percorreva la diga artificiale e, costeggiando di nuovo la laguna e il mare dell’Argentario, s’infilava in una serie di gallerie, i cosiddetti fori, fino ad arrivare all’entrata di Porto S. Stefano.
Il trenino si chiamava “Baccarini”, o più singolarmente, “La Caffettiera”, per il rumore e lo sbuffo di fumo tipico dei locomotori a vapore.

La locomotiva gruppo 1 utilizzata per il servizio

La locomotiva gruppo 1 utilizzata per il servizio

C’era anche un progetto di prolungamento verso le regioni interne appenniniche, per raggiungere Foligno od Orvieto e dar loro uno sbocco commerciale verso il mare Tirreno, ma rimase sulla carta.

Il servizio si interruppe nel marzo del 1944 a causa dei bombardamenti degli aerei alleati che portarono morte e distruzione in tutta la zona, in particolar modo a Porto S. Stefano dove era la sede centrale della Direzione del tronco ferroviario.

I "Fori" /1

I “Fori”

I successivi tentativi di ripristinare la linea distrutta non ebbero successo e con il passare degli anni il suo ricordo si è fatto sempre più sbiadito, anche se tuttora rimangono tracce dell’opera come i fori, le gallerie scavate nella roccia e lasciate al naturale.

I "Fori"/2

I “Fori”/2

Alla fine degli anni settanta gli enti locali e la regione Toscana approntarono ed approvarono un progetto di ripristino, ammodernamento ed elettrificazione che avrebbe reso vantaggioso il collegamento anche dal punto di vista turistico, oltre che commerciale, ma non se ne fece nulla.

 

L’Hotel La Caletta, nel centro di Porto Santo Stefano, rappresenta la location ideale per vivere al meglio la tua vacanza.

Mare, natura e divertimento: il mix giusto per un soggiorno all’insegna del relax e benessere totale.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito o

contattaci al 0564.812939